Spider-Man: Homecoming – La Mia Recensione

Trama

Dopo la battaglia di New York, Adrian Toomes guida una squadra di operai per ripulire la città, ma le loro operazioni vengono interrotte dal Dipartimento di Stato del Damage Control. Furiosi per aver perso il lavoro, Toomes e i suoi uomini decidono di tenere la tecnologia dei Chitauri in loro possesso e usarla per creare armi da vendere sul mercato nero. Otto anni dopo, in seguito al suo incontro con gli Avengers, Peter Parker riprende gli studi presso la Midtown School of Science and Technology, nell’impaziente attesa della sua prossima missione.

Per concentrarsi sulla sua attività da supereroe Peter decide di lasciare la squadra di decathlon accademico. Una sera, dopo aver sconfitto alcuni criminali in procinto di derubare uno sportello automatico con le armi aliene di Toomes, Peter torna a casa, dove il suo migliore amico Ned scopre la sua identità segreta. Qualche sera dopo, Peter scopre che Jackson Brice / Shocker e Herman Schultz, due complici di Toomes, stanno vendendo alcune armi a un criminale locale, Aaron Davis. Peter interviene ma viene fermato da Toomes, dotato di una tuta alata; Stark giunge in soccorso di Peter e gli intima di non affrontare criminali pericolosi come Toomes. Quest’ultimo uccide accidentalmente Brice e Schultz diventa il nuovo Shocker.

Peter e Ned analizzano un’arma persa da Brice, estraendo il nucleo alieno che la alimenta. Grazie a un dispositivo di localizzazione, Peter scopre che Schultz si trova in Maryland, così decide di tornare nella squadra di decathlon e viaggia insieme a loro a Washington, D.C, per le finali nazionali. Peter e Ned disabilitano il dispositivo di localizzazione nel costume di Spider-Man e attivano tutte le funzionalità avanzate del costume. Peter riesce a impedire a Toomes di rubare delle armi da un camion del Damage Control, ma rimane intrappolato all’interno del magazzino del Damage Control. Grazie all’IA del costume, Peter scopre che il nucleo alieno è una bomba e corre al monumento a Washington; il nucleo esplode e intrappola Ned e gli altri amici di Peter nell’ascensore. Peter riesce a salvare i suoi compagni, compresa Liz, per la quale ha una cotta. Tornato a New York, Peter interroga Davis, che gli rivela dove trovare Toomes e i suoi complici. A bordo dello Staten Island Ferry, Peter cattura Mac Gargan, uno dei compratori di Toomes, ma quest’ultimo riesce a scappare. Durante lo scontro una delle armi aliene spezza in due il traghetto. Stark giunge nuovamente in soccorso di Peter e salva i passeggeri, poi rimprovera Peter per la sua avventatezza e si riprende il costume.

Peter torna alla sua vita scolastica e trova il coraggio di invitare Liz al ballo della scuola. La sera del ballo, tuttavia, Peter scopre che Toomes è il padre di Liz. Durante il tragitto in macchina anche Toomes intuisce l’identità segreta di Peter, e gli intima di non immischiarsi nei suoi piani. Peter realizza che Toomes ha intenzione di dirottare un aereo del Damage Control che sta trasportando delle armi al nuovo quartiere generale degli Avengers e indossa il suo vecchio costume di Spider-Man. Viene tuttavia fermato da Schultz, che riesce a sconfiggere grazie all’aiuto di Ned. Peter raggiunge il covo di Toomes, ma quest’ultimo distrugge le colonne portanti dell’edificio, che crolla su Peter. Il ragazzo riesce a liberarsi e affronta Toomes a bordo dell’aereo, che precipita su una spiaggia vicino Coney Island. L’Avvoltoio cerca di fuggire ma la sua tuta alata esplode. Peter riesce a salvarlo e lo lascia imprigionato in attesa della polizia. Dopo l’arresto di suo padre, Liz si trasferisce in un’altra città, e Peter declina l’invito di Stark di unirsi ufficialmente agli Avengers. Tornato a casa, Peter indossa il costume donatogli da Stark proprio mentre sua zia May sta entrando nella stanza.

Nella scena durante i titoli di coda, Gargan avvicina Toomes in prigione e gli chiede di rivelargli l’identità di Spider-Man. Toomes tuttavia nega di saperlo. Nella scena dopo i titoli di coda, Captain America registra un videomessaggio di pubblica utilità in cui invita gli spettatori a essere pazienti.

 

RECENSIONE 

Uno dei migliori film di Spider-Man con momenti di comicità e momenti di azione che visto dal mio punto di vista è un ottimo Mix .L’unica cosa che non mi è piaciuto è vedere la Zia May molto più giovane e carina , io volevo vedere la solita Zia May come quella che si vede in Spider-Man 2 di ” Sam Raimi ” ma per il resto per me è stato il miglior film di Spider-Man con un finale davvero fantastico. Quindi vi consiglio di vederlo e non vedo l’ora che esca il secondo capitolo

print

Follow

 

Marco Zuccardi

Ciao, mi chiamo Marco Zuccardi. Ho creato questo blog nel marzo 2015 e da allora mi diverto a postare con costanza contenuti riguardanti le mie passioni. Adoro accumulare film e serie tv e mi piace in generale il cinema. Dal 2011 colleziono fotografie con personaggi famosi e ho deciso di condividerle con voi.

Per commentare scegli il sistema che più ti piace

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Disqus Comments ...
Show Buttons
Hide Buttons